primi piatti ricetta

La zuppa messicana ovvero come vincere la noia in cucina

26 maggio 2017

zuppa messicana

La zuppa messicana mi è venuta in mente in uno di quei momenti in cui non avevo proprio voglia di cucinare  .

Ma, a volte, la pigrizia ha dei vantaggi perché stimola la creatività e rende più efficienti: massimo risultato con il minimo sforzo, come dimostrano le già decantate lazy housewife soup.

Sulla pigrizia si possono scrivere libri, ma sono andata in cerca di un po’ di aforismi e ne ho trovato di divertenti:

Woody Allen:

– Ma tu ti cuoci solo cibi surgelati?
– Cuocerli? E chi li cuoce? Io neanche li scongelo. Li succhio come se fossero ghiaccioli!.

Konrad Lorenz:

Gli animali stessi sono così meravigliosamente pigri: all’animale è assolutamente estranea la folle smania di lavoro dell’uomo moderno, cui manca perfino il tempo di farsi una vera cultura. Anche le api e le formiche, queste personificazioni della solerzia, trascorrono la maggior parte della giornata immerse in un dolce far niente, solo che quelle ipocrite non si fanno vedere quando se ne stanno tranquillamente a casa, ma solo quando sono al lavoro.

Agatha Christie:

Non credo che la necessità sia la madre delle invenzioni – le invenzioni, a mio parere, nascono direttamente dall’inattività, probabilmente anche dall’ozio, forse addirittura da una certa pigrizia. Per risparmiarci fastidi.

Agatha Christie:

Il progresso non è fatta da chi si alza presto. E’ fatto da uomini pigri che cercano di trovare modi più facili per fare qualcosa.

Arthur Bloch, Legge di Hlade, La legge di Murphy:

Se hai un incarico complicato, affidalo a un pigro: troverà una maniera più semplice di svolgerlo.

Jean-Jacques Rousseau:

Tutti lavoriamo peJean-Jacques Rousseaur arrivare al riposo: è ancora la pigrizia a renderci laboriosi.

Søren Kierkegaard:

Ben lontana dall’essere la radice di tutti i mali, la pigrizia è piuttosto l’unico vero bene.

Robert Louis Stevenson:

La cosiddetta pigrizia non consiste nel non far nulla, ma nel fare molto di quel che non è contemplato nei dogmatici formulari della classe dominante.

Come in tutte le cose della vita, oltre agli estimatori della pigrizia, ci sono coloro che la vedono come il male, in fin dei conti l’accidia è uno dei sette peccati capitali.

Forse la cosa migliore è la pigrizia attiva, ossia quella cosa che ti fa sbrigare velocemente tutto quello che in quel momento non ti va di fare per lasciare spazio a quello che più piace.

La zuppa messicana è nata così, avevo voglia di qualcosa di buono e sano, poco tempo per farla e il pensiero verso luoghi e sapori lontani. Alla fine fare una zuppa è una cosa veloce: tutto in pentola e via. Il problema è combinare bene gli ingredienti altrimenti viene una sbobba odiata universalmente.

L’ispirazione è stata il messico, o meglio il tex mex: il sapore leggermente piccante del chili, il mais, il pomodori e peperoni, una festa americana combinata a una zuppa ai  tre cereali: miglio, grano saraceno e riso integrale: y aquí está la zuppa messicana!

zuppa messicana

La zuppa messicana ovvero come vincere la noia in cucina
 
Prep time
Cook time
Total time
 
Author:
Recipe type: Primi piatti
Cuisine: Internazionale
Serves: 3
Ingredients
  • Una confezione di zuppa ai 3 cereali Nuova Terra
  • un paio di peperoncini (meno se non piace troppo il gusto piccante)
  • un peperone rosso
  • 1 peperoncino verde dolce
  • 500 g di pomodori pixel o san marzano
  • un pannocchia di mais già cotto
  • 3 cipollotti
  • 1 spicchio di aglio
  • Olio
  • Sale e pepe
Instructions
  1. Lavate e mondate la verdura.
  2. Tagliate i peperoni e i pomodori a dadini, sgranate il mais, tritate l'aglio e il cipollotto.
  3. In una pentola versate un paio di cucchiai d'olio, unite i peperoncini, l'aglio e il cipolloto e fatelo rosolate dolcemente.
  4. Versate il contenuto della zuppa, mescolate bene per un minuto.
  5. Versate l'acqua come richiesto nella confezione e portate a bollore.
  6. A metà cottura unite una parte dei pomodori e i peperoni.
  7. Quando mancano circa 5 minuti alla cottura, aggiungete il mais e il resto dei pomodori.
  8. Regolate di sal e di pepe, attenzione con il pepe perché la zuppa dovrebbe essere già ben piccante.
  9. Una volta cotta servite la zuppa con un filo di olio.

 

E questo è il mio piccolo contributo al Gluten Free Friday

I Love Gluten Free (FRI)DAY - Gluten Free Travel & Living

PS: Questo articolo NON è sponsorizzato, ovvero non c’è stato nessun contratto tra Glu-fri.com e Nuova Terra, l’azienda ha inviato dei campioni di assaggio e ho deciso di usarli e fare un post.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Rate this recipe: